Ecobonus: in Gazzetta Ufficiale le modalità di esecuzione dei controlli a campione affidati ad ENEA

Ecobonus: in Gazzetta Ufficiale le modalità di esecuzione dei controlli a campione  affidati  ad ENEA

Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 211 dell’11 settembre 2018 il Decreto del Ministero  dello  Sviluppo Economico che stabilisce le  procedure e le modalità dei controlli a campione che ENEA dovrà effettuare in materia di detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica sugli edifici. Si tratta di verifiche che saranno effettuate da ENEA sia sui documenti presentati per beneficiare delle detrazioni che sul posto (in situ).

In particolare entro il 30 giugno di ogni anno ENEA dovrà presentare e sottoporre alla Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l’efficienza energetica, il nucleare del Ministero dello Sviluppo  Economico (MISE-DG MEREEN), un programma di controlli a campione nel limite massimo dello 0,5% delle domande presentate attraverso il portale ENEA http://www.acs.enea.it/ e relative agli interventi conclusi entro il 31 dicembre dell’anno precedente.   Le verifiche della documentazione inviata sono previste per gli interventi che hanno diritto ad un maggiore aliquota,  a quelli  che presentano la spesa più elevata e a quelli  che  mostrano maggiori criticità in relazione ai requisiti di accesso alla detrazione fiscale ed ai massimali dei costi unitari.Ad integrazione di queste verifiche sono previsti controlli in situper il 3% del campione (0,5%) selezionato.  

Per ogni istanza soggetta a verifica, l’ENEA comunica tramite raccomandata o posta elettronica certificata l’avvio del procedimento di controllo al soggetto beneficiario della detrazione o, in caso di controllo effettuato su istanze per interventi su parti comuni condominiali, all’amministratore di condominio.

Testo del Decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale