Sei isole dell'UE pubblicano le Agende di transizione energetica, mettendo i cittadini al primo posto

pubblicato il 21 novembre 2019
Sei isole dell'UE pubblicano le Agende di transizione energetica, mettendo i cittadini al primo posto

Le Agende di transizione energetica vengono pubblicate quando i responsabili delle decisioni di tutto il mondo si preparano a discutere di adeguate azioni per il clima alla Conferenza delle Parti (COP) a Madrid

 

Spalato / Hvar, 20 novembre - Sei isole europee hanno pubblicato oggi le Agende di transizione energetica, facendo un passo sicuro verso la decarbonizzazione dei loro sistemi energetici con una forte attenzione all'impegno dei cittadini. Selezionati dall'Iniziativa Clean Energy for EU Islands della Commissione Europea nel febbraio 2019, le Isole Aran (Irlanda), l'arcipelago di Cres-Losinj (Croazia), Culatra (Portogallo), La Palma (Spagna), Salina (Italia) e Sifnos (Grecia), negli ultimi nove mesi, hanno sviluppato percorsi di decarbonizzazione su misura per le proprie esigenze e risorse.
Le sei Agende di transizione energetica, con un orizzonte al 2030, vengono presentate nel contesto del quarto forum Clean Energy for EU Islands in corso a Spalato e Hvar, in Croazia, dal 20 al 22 novembre, per discutere dei percorsi di transizione, delle tecnologie e delle opportunità per coinvolgere attivamente i cittadini nella decarbonizzazione delle isole.
Il direttore generale dell'Energia, Ditte Juul-Jørgensen, ha dichiarato: “Grazie all'evoluzione della tecnologia, il potenziale per ridurre i costi energetici nelle isole e spostarsi verso l'autonomia energetica non è mai stato maggiore. Istituita nel contesto del pacchetto Clean Energy for all Europeans, è stata istituita l'iniziativa Clean Energy for EU Islands per assistere e accelerare questo processo. Le isole possono essere precorritrici di un'azione globale mirata alla salvaguardia del clima. Che si tratti di incrementare lo sfruttamento dell’energia eolica, di efficientare le abitazioni, di puntare verso la mobilità elettrica, di decarbonizzare il trasporto marittimo o di utilizzare l’energia rinnovabile per l'acqua calda e il riscaldamento domestico, le soluzioni green proposte da queste sei isole pilota conducono tutte ad una maggiore efficienza energetica, al maggiore sfruttamento delle energie rinnovabili e su percorsi a basso tenore di carbonio”.

I punti salienti delle sei Agende sono:

• L'arcipelago di Cres-Losinj mira a decarbonizzare completamente il suo sistema energetico entro il 2040, cosa che sarà in parte attuata grazie a parchi solari di proprietà della comunità;

Culatra lavorerà per l'autoconsumo di tutta l’energia rinnovabile prodotta, puntando anch’essa sulla proprietà della comunità locale;

• Le Isole Aran installeranno impianti per lo sfruttamento dell’energia eolica sempre di proprietà della comunità, efficienteranno le abitazioni e disporranno pompe di calore o altre fonti di energia rinnovabile per l'acqua calda sanitaria e il riscaldamento degli ambienti;

Salina mira a sensibilizzare l'opinione pubblica su energia e ambiente. Le azioni che verranno sostenute sono: la decarbonizzazione degli impianti di generazione di energia elettrica, il passaggio alla mobilità elettrica / ibrida al 100% sull'isola, l’aumento dell'efficienza dei suoi edifici e la decarbonizzazione del trasporto marittimo.

La Palma punta alla piena decarbonizzazione e all'autosufficienza nel settore energetico. Il team di transizione dell'isola si è concentrato fortemente sulla costruzione di un sistema energetico resiliente, coinvolgendo attivamente le oltre 100 associazioni locali che si sono impegnate a sostenere la transizione.

Sifnos mira a diventare rinnovabile al 100% e autosufficiente, sviluppando una serie di percorsi che l'isola potrebbe seguire per raggiungere tale obiettivo. Tutte le nuove infrastrutture energetiche saranno di proprietà della comunità locale e di investitori privati.

Le Agende di transizione delle isole sono state elaborate congiuntamente dalle squadre di transizione dell'isola e dal Segretariato Europeo del progetto Clean Energy for EU Islands. Forti di questi programmi, le sei isole lavoreranno nei prossimi mesi allo sviluppo dei progetti e al rafforzamento delle strategie di coinvolgimento delle comunità locali.
Già altre isole della Comunità Europea stanno attualmente sviluppando analoghe Agende di transizione energetica. In Italia, le isole di Favignana e Pantelleria le pubblicheranno nel prossimo anno.

Informazioni sull'iniziativa Clean Energy for EU Islands

Come parte del pacchetto Clean Energy for all Europeans, l'iniziativa Clean Energy for EU Islands fornisce un quadro a lungo termine per aiutare le isole a generare la propria energia in modo sostenibile e a basso costo. Clean Energy for EU Islands è stata lanciata a maggio 2017 a Malta, quando la Commissione Europea e 14 paesi dell'UE (Croazia, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Malta, Portogallo, Spagna, e Svezia) hanno firmato una Dichiarazione politica per la decarbonizzazione delle isole.

Informazioni sul progetto su Salina

L’Agenda di transizione energetica di Salina è stata redatta dal Dipartimento Unità Efficienza Energetica, Laboratorio Regioni Area Meridionale (DUEE-SIST-SUD) dell’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile (ENEA), unitamente ai seguenti partner del progetto Salina Isola Pilota 2019, che costituiscono il team di transizione energetica:

•    Amministrazione comunale di Leni;

•    Amministrazione comunale di Malfa;

•    Amministrazione comunale di Santa Marina Salina;

•    Dipartimento dell’Energia, Assessorato dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità, Regione Siciliana;

•    Associazione Marevivo onlus;

•    Associazione albergatori “Salina Isola Verde”;

•    Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (I.N.G.V.) - sezione di Palermo;

e a diversi stakeholder locali e nazionali coinvolti.

Informazioni sul Segretariato Europeo

Il Segretariato Europeo del progetto Clean Energy for EU Islands ha fornito supporto tecnico alle isole su come avviare la transizione energetica coinvolgendo le parti interessate, supporto nella preparazione dei programmi di transizione e nello sviluppo di progetti e piani finanziari, nonché opportunità di networking e sviluppo di comunità energetiche consapevoli.

Ulteriori informazioni si possono reperire al sito www.euislands.eu

Press contacts

  • Clean Energy for EU Islands Secretariat

      Myriam Castanié, myriam.castanie@euislands.eu, +32 484 12 38 40

  • Aran Islands, Ireland

      Avril Sharkey, Aran Islands Energy Cooperative, nishearcaighavril@gmail.com,
+353 874 15 84 19

  • Cres-Lošinj, Croatia

      Ugo Toic, PPLR Otok Cres, ugo@pplr-otokcres.info, +385 91 2229 943

  • Culatra, Portugal

      André Miguel Duarte Pacheco, University of the Algarve, ampacheco@ualg.pt

  • La Palma, Spain

      Nuria Albet Torres, La Palma Renovable, nuria@lapalmarenovable.es,
      +34 681 60 83 71
      Laura Pinero Prieto, La Palma Renovable laura@lapalmarenovable.es,
      +34 659 93 03 59