Diagnosi energetiche

Di seguito forniamo alcuni suggerimenti operativi su come affrontare le diagnosi energetiche previste dall’articolo 8 del Decreto legislativo n. 102 del 4 luglio 2014, su come effettuare la trasmissione dei risparmi energetici prevista dall’articolo 7 dello stesso decreto ed esplicitare alcune definizioni sulle quali sono emersi dubbi da parte degli operatori. In dettaglio gli argomenti trattati sono:

    1. Definizione di Grande Impresa
    2. Elementi su come elaborare la documentazione necessaria   al rispetto degli obblighi previsti nell’art. 8 del decreto legislativo 102/2014 in tema di diagnosi energetica, file excel di riepilogo dati della diagnosi
    3. File excel di riepilogo dati della diagnosi in caso di siti con produzione interna di vettori energetici, nota su come compilarlo
    4. Imprese Multi sito: Possibili criteri minimi di proporzionalità e rappresentatività (Allegato 2 lettera d)

Impostazione della diagnosi energetica delle attività di Trasporto

Per inviare la comunicazione dei risparmi prevista dall'art.7 comma 8 del Dlgs 102/14 utilizzare il portale audit102.casaccia.enea.it

A livello di impresa, tramite il pulsante "aggiungi risparmio", inserire le tep totali risparmiate, l'anno di riferimento e un foglio elettronico di rendicontazione. A tale scopo può essere utilizzato il foglio excel proposto da ENEA scaricabile alla pagina rendicontazione secondo l'art.7 comma 8 del Dlgs 102

Per inviare le diagnosi e la documentazione relativa occorre utilizzare il portale che è sempre attivo. Sul portale andranno caricati i seguenti file e/o altri eventuali documenti aggiuntivi:
Rapporto di diagnosi: file .pdf o .doc
Dati di riepilogo: partitaivaFaa

Per l'invio dei file di clusterizzazione è necessario allegarli al rapporto con un unico file .zip o .rar

Per informazioni e chiarimenti scrivere a: